Un’insolita insalata: millefoglie di rucola e champignon per un’altra ondata di freschezza!

Bentrovati anche da me, carissimi lettori! :-)))))
Felice di essere tornata in cucina e felice di venirvi a trovare quanto prima nelle vostre!

Dopo le freschezze estive di Silvia, eccomi a condividere la preparazione di un piatto unico che si prepara in un bi e in un ba.
Complici le giornate di sole che sembrano aspettarci ancora per un po’, e dunque un piatto veloce e fresco è sempre gradito, non trovate????
Niente fornelli dunque, ma tanto gusto unito alla leggerezza degli ingredienti. 😉
Il concentrato di vitamine e sali minerali di rucola e funghi, unito alle nobili proteine di parmigiano e carne magra di speck o bresaola, saranno l’ideale per un pranzo all’insegna di tanto benessere.

In realtà non ho inventato nulla di che… e magari questa preparazione è stata già tante volte la protagonista sulle vostre tavole in questa rovente estate; io vi racconto la mia versione. :-))

Come sempre, quando la semplicità è protagonista, dobbiamo cercare la massima qualità degli ingredienti proprio per esaltarne il loro sapore ;-))

I miei, eccoli qua!

INGREDIENTI (per quante persone volete voi)

  • funghi champignon
  • rucola
  • speck o bresaola
  • parmigiano reggiano (almeno 36 mesi di stagionatura)
  • olio
  • sale
  • aceto balsamico

PREPARAZIONE 

Beh, credo che preparazione più semplice non esista… :-)))))))

Lavare accuratamente le foglie di rucola ed asciugarle delicatamente con della carta assorbente o un

telo di cotone; spazzolare i funghettitrallallà da eventuali residui terrosi per poi affettarli ad uno spessore di 2-3 mm. Preparare anche dei petali di parmigiano, e delle fettine sottili sottili di speck o bresaola, in modo da avere tutti gli ingredienti pronti per comporre la millefoglie ;-))

Prendere un piatto da portata ed iniziare la composizione seguendo questo ordine:
rucola – funghi – speck; rucola – funghi – parmigiano e procedendo così fino ad esaurimento degli ingredienti. Ovviamente ogni strato va condito con un filo di olio, una leggera spolverizzata di sale e qualche goccia di aceto balsamico (o anche glassa se preferite il gusto più dolce!).

Al termine della composizione, per abbellire il piatto, mettere un mix di tutti e cinque gli elementi che compongono l’insolita millefoglie oppure fate come meglio suggerisce la vostra fantasia!! :-)))

Visto che velocità??? Il piatto è pronto!

Siete pronti per la pappa???
Io sì! :-DDDDDD

Consiglio: preparare la millefoglie al massimo un’ora prima del consumo in modo che la presenza del sale e dell’aceto balsamico non influiscano sulla croccantezza delle verdure, facendole appassire un pochino!  ;-)))

LO SAPEVATE CHE…

La rucola.

L’Eruca sativa Mill., è una pianta erbacea annuale, a portamento cespuglioso con fusto eretto alto fino a 40 cm. Il ciclo vegetativo di questa erba è molto breve: dal momento della semina, che si effettua a primavera direttamente in piena terra, al completamento del ciclo vitale trascorrono spesso solo poche settimane.
Le foglie della rucola, lanceolate per forma, hanno colore verde pallido e si dipartono da fusti glabri e molto ramificati. Hanno un odore caratteristico e un sapore decisamente acidulo che, più lieve a primavera, si intensifica poi con l’avanzare delle stagioni.
I minuscoli fiori di quest’erbacea sono formati da quattro petali solitamente bianchi o di colore paglierino e si innalzano su steli sottili.
Un tempo la rucola, ricca di vitamina C, era più apprezzata per virtù medicinali che per l’uso alimentare: le si attribuivano proprietà depurative, digestive, diuretiche, stimolanti e toniche; se ne facevano sciroppi per la tosse ed era ritenuta utile nei casi di astenia.
Tratto da: Alimentipedia.it – Copyright © 
Lo champignon.
Agaricus Bisporus chiamato anche prataiolo o champignon di Parigi o fungo bianco. 
In francese la parola champignon significa “fungo”. 
Il nome deriva dal fatto che la sua coltivazione a livello industriale iniziò in Francia, vicino a Parigi. Da lì si diffuse in moltissimi altri paesi.
Il fungo champignon è quello maggiormente coltivato perché buono, nutriente, leggero, facile da preparare e reperibile tutto l’anno. 
Essendo un vegetale privo di clorofilla, non ha bisogno di luce per crescere, ma deve trovare nel substrato di coltivazione le sostanze adatte. 
Nei funghi prataioli si trova molta acqua, poche calorie e pochi grassi e i pochi presenti risultano di tipo “polinsaturo” (grassi molto importanti per la nutrizione). 
Sono un’ottima fonte di vitamina D, B e B2. Queste proprietà nutritive si rivelano di grande importanza per chi segue una dieta priva di carne; infatti i funghi sono un’ottima base nella alimentazione vegetariana, associati ai latticini, alla frutta, alle erbe aromatiche e alle spezie. 
Questa che segue è  la realizzazione di Silvia in versione bresaola. :-))))
E voi?? Quale farete???

Buona settimana e…

Siate lieti, sempre!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Ricette

Semolotti

Con cosa riprendere a pubblicare nella nuova cucina fresca fresca...

Leggi >>

Iscriviti alla
nostra newsletter
mensile

Odiamo lo spam quanto te...
quindi ti invieremo una sola email al mese con tutte le novità e le ultime ricette pubblicate.