Semolotti

Con cosa riprendere a pubblicare nella nuova cucina fresca fresca di pittura, se non una ricetta di biscotti? Io che non ne ho mai abbastanza e che non passa settimana senza che ne sforni in quantità per poi distribuirli a destra e a manca?
Stavolta è toccato a loro; biscotti semplici, con pochi ingredienti e che hanno il sapore dei ricordi. Mi hanno incuriosito per il fatto di essere fatti solo con semola di grano duro e sono usciti proprio come li immaginavo: leggeri come piume, profumatissimi e dolci il giusto.
Si mangiano in qualunque momento della giornata, ma il meglio di sé lo danno quando si tuffano in una tazza di latte e caffè. Ve li offro con questi scatti e vi invito a provarli, perché meritano.
Ah, dimenticavo! Ho preso ispirazione da qui, modificando la quantità di latte e lasciando riposare un po’ l’impasto, che altrimenti non riusciva a compattarsi e ad essere lavorabile.

Ingredienti (per circa 70-80 biscottini)
500 g di semola rimacinata di grano duro
2 uova a temperatura ambiente
200 g di zucchero
100 g di olio di oliva delicato, oppure di riso
70 g di latte
12 g di ammoniaca per dolci
1 buccia di arancia/limone grattugiata (si possono mettere entrambe per un profumo ancor più esplosivo).
zucchero a velo

In una ciotola, lavorare con le fruste uova e zucchero fin quando questo non risulta ben sciolto.
Aggiungere la buccia grattugiata dell’arancia e/o limone, poi l’olio ed il latte in cui si è fatta precedentemente sciogliere l’ammoniaca. Mescolare delicatamente per qualche istante e poi aggiungere la farina, incorporandola con una spatola. L’impasto si presenterà alquanto morbido e, guardandolo, penserete che non riuscirete mai a lavorarlo ricavandone dei rotolini, ma abbiate fede! Mettetelo a riposare per una mezz’ora (se avete tempo anche un’ora), lasciandolo nella ciotola, e vedrete che poi tutto sarà più semplice.
Trascorso il tempo del riposo, rovesciare l’impasto su un piano di lavoro e, con l’aiuto di un tarocco e una spolverata di farina, realizzare dei cordoncini alti poco più di un dito e tagliare i biscotti a seconda della grandezza desiderata, considerando che in cottura cresceranno tantissimo.
Disporre le porzioni di impasto ben distanziate su una teglia ricoperta di carta forno o anche su un tappetino microforato; spolverare con dello zucchero a velo e cuocere a 180° per 10-15 minuti o fino a quando inizieranno a dorare (non preoccupatevi dell’odore di ammoniaca che sentirete durante la cottura perché di essa non rimarrà nessuna traccia).
Sfornare i biscotti e lasciarli raffreddare su una gratella, dopodiché conservarli in un barattolo. Si mantengono fragranti come appena sfornati, per più di una settimana. Ma non crediate dureranno così tanto! 😉

A rileggerci presto, amici lettori!
Un’altra bontà sta per essere sfornata.
Emmettì.

Ultimi Commenti

19 risposte

  1. Bentornate ragazze e che bella casetta tirata a lucido!!!
    Mi siedo incantata e mi sgranocchio anche uno di questi semolotti 😛

    1. Ciao Consu! Grazie di cuore.
      Ti faccio compagnia e sgranocchio un semolotto insieme a te. 😀
      Buona giornata! :-*

    1. Dani, ma che bellissima sorpresa mi fai!!!! ♥_♥
      E son felice ti siano piaciuti!
      Alla fine li hai fatti con l’olio o hai provato con il burro?
      Son venuta nella tua cucina, ma la pagina del blog mi dice che non esiste. :-/
      Intanto ti mando un abbraccio qui, poi mi riaffaccio da te più tardi!
      Grazie di cuore!

  2. Ciao Emmettì. Il pane non si è offeso, e io ho fatto i Semolotti…
    Mezza dose, per iniziare. Sono venuti buonissimi, tant’è che ho già rifatto un’altra mezza dose. E li ha fatti pure la mia amica, che è passata mentre sfornato i biscottini, li ha assaggiati e mi ha carpito la ricetta. Detto fatto, ieri pomeriggio li ha sfornati pure lei.
    Commento di mio marito “Sono i biscotti migliori che hai mai fatto”. E pensa che sono una ventina di anni che sforno biscotti e tanto altro 😔
    Perciò, semolotti promossi a pieno voti. Grazie a te.
    Mafi

    1. Mafi, ma che bellissimo regalo mi fai! 😍😍😍
      Son felicissima che i semolotti abbiano riscosso così tanto successo e ti ringrazio davvero per averli provati! Un caro saluto e buon proseguimento di domenica. ❤️

  3. Ciao! Bellissimi i tuoi biscotti.
    Proprio stamattina ho comprato la semola rimacinata di grano duro, per fare il pane… Se cambio idea e provo i tuoi biscottini, il pane si offenderà? 😂
    E mi azzarderò a fare dose intera o dimezzo? Comunque sia, ci provo.
    Complimenti ancora per la nuova casa.
    Mafi

    1. Mafi carissima, ciao!!! 😀
      No no, il pane non può essere mai sacrificato, quindi procedi pure con quello! 😉
      Però certo, se anche ti avanzassero solo 250 grammi di semola, mezza dose di questi biscotti la puoi fare, così il pane non si offende e tu ti ritrovi con anche i biscotti da colazione! Ahahhahahahahahah!
      Sarò felicissima se li proverai. ♥
      Grazie a nome di tutte noi per i complimenti alla nuova casina; li giriamo dritti dritti ai nostri amorevoli ideatori e che lavorano costantemente dietro le quinte.
      Un bacio grande a te e grazie per esser passata di qua! A presto. :-*

    1. Ciao Teresa! 😀
      Bene, son felice che anche tu adori i biscotti e spero che questi ti piacciano!
      Grazie per essere passata a trovarci.
      Ti auguro una buona serata. 🙂

  4. Ciao carissima Emmetti’ i tuoi biscottini dono strepitosi ma mi domando esce qualcosa di non strepitoso dalla vostra cucina fredca, fresca di pittura? Io non smo molto i dolci con l’olio preferisco il burro, se lo sostituisco all’olio? Secondo te 100g diburro sciolto saranno sufficienti? Grazie un abbraccio grande.

    1. Ciao Dany, bella! Felicissima di rileggerti.
      Allora, questi biscotti son davvero una piuma (inteso come peso) e non so se il burro riesce a dargli la stessa caratteristica.
      Quello che posso dirti è che l’olio di riso, non lo ritrovi come sapore perché davvero neutro.
      Però, siccome la cosa mi incuriosice dal punto di vista chimico, la prossima volta che li faccio provo e ti aggiorno! 😉
      Grazie a te e buona serata.
      Ricambio il tuo abbraccio!

  5. Su FB avevo prontamente commentato la notizia dell’ apertura della vostra nuova cucina non appena l’ avevate data (la notizia, non altro ehhh?!?!?) ma quel maledetto di FB, o molto più probabilmente la sottoscritta col dito a banana, ha fatto casino ed il commento è scomparso.
    Mi ero profusa in complimenti a chi ha curato l’ architettura ed il layout del vostro nuovo blog, facendo anche osservazioni circa il fatto che la risoluzione grafica fosse perfetta anche su differenti tipi di dispositivi mobili (non solo via desktop, insomma). Avevo usato un gergo che fa parte del mio mondo professionale e puntualmente sono stata castigata 😀 (della serie: “Ma vedi d’ annattene!”).
    Mi aspetto che scompaia questo commento ahahahaah!
    Ma passiamo a questi semolotti. Ma che buoni devono essere?!?!? Li avevo visti ieri. Avevo notato il numero (70-80) di biscotti (Emmettì quanto mi sei mancata!!!! Tu e le tue quantità per sfamare l’intero quartiere, in un mare di blog che danno ricette per 15-20 stitici biscottini che, vojo dì, manco mi ci metto a faticare per una quantità di biscotti che sono capacissima di spazzolare da sola in 5 minuti) e la quantità di farina ossia 200gr – perché per me “sugar is the new flour” – e mi son detta “con così poca farina…non solo crescono ma si moltiplicano pure in cottura!”.
    Fortuna che è arrivato Giampiero ed ha scoperto il barbatrucco.
    Ma posso essere stordita così?!?!?
    Ad ogni modo: BEN TORNATE, BELLEZZE!!!!!! . Mi siete mancate tantissimo.
    (Io a voi, con sta filippica, forse un po’ meno!! :-D)
    Un immenso abbraccio!

    1. Riccia Riccia dei nostri cuori! A noi sono mancate tantissimo le tue filippiche, altroché!
      Questo papiro di commento è un turbine di emozione e sonore risate!! Adoro la tua ironia e il tuo modo di scrivere! 😀
      Ahahahahhahahahahaah, non sei la sola ad essere stordita! Qui sei proprio a casa, perché quando sono arrivata a leggere di Giampiero mi son detta: oddio e mo’ chi è Giampiero??? Per poi ricordare invece che l’attento lettore si è accorto subito della mia svista (bel modo io di riprendere a pubblicare con un errore così grossolano eh? Mi son data una pacca sulla spalla da sola!).
      Non sai quanto mi piacerebbe averti nel raggio del mio vicinato. Un po’ di questi semolotti te li avrei fatti assaggiare volentieri!
      Bella bimba, grazie! Grazie per i complimenti ai nostri grafici che meritano davvero un grande applauso per tutto il lavoro fatto e grazie per il tuo affetto che, come sempre, riempe il cuore! ♥
      Un abbraccio immenso anche a te e speriamo di potercelo dare di nuovo per davvero un giorno non troppo lontano.

      p.s. Il problema tecnico alla news letter è stato risolto. 😉

  6. buona sera ,chiedo quanta farina devo mettere ,mi pare che non ci sia scritta la quantità .grazie buona serata

    1. Ciao Giampiero.
      Perdonami che nella ricetta mi è scappata giusto la riga della quantità di farina (500 g)
      Provvedo ad integrare.
      Ti ringrazio per la segnalazione e ti auguro una buona serata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Ricette

Semolotti

Con cosa riprendere a pubblicare nella nuova cucina fresca fresca...

Leggi >>

Iscriviti alla
nostra newsletter
mensile

Odiamo lo spam quanto te...
quindi ti invieremo una sola email al mese con tutte le novità e le ultime ricette pubblicate.