Culurgiònes

Ho vinto lo spauracchio della formatura e finalmente li ho fatti! Ero molto curiosa di mettermi alla prova e devo dire che per essere la prima volta, posso ritenermi soddisfatta. Per le dosi ho guardato un po’ in giro e vedendo che in alcune ricette formaggio ce n’ era poco o troppo, mi sono ricavata una mia dose. 


Per i formaggi mi sono arrangiata con quelli che avevo in casa.

con questa dose ho ricavato 64 pezzi, una metà dei dischi l’ho stesa più spessa, l’altra più sottile. 

Dosi per la pasta:

365 g semola rimacinata 

135 g farina doppio zero

260 g di acqua

1 cucchiaio abbondante di olio evo

1 pizzico abbondante di sale

Per il ripieno

750 g di patate pesate a crudo dopo averle sbucciate

100 g di pecorino sardo semi stagionato

50 g di pecorino romano

Foglie di menta una decina ma se piace anche di più.

80 g olio evo

1 spicchio di aglio

Sale e pepe q.b.

 

Mattino

Ho scaldato l’ olio con l’aglio pelato e schiacciato. Ho fatto raffreddare, coperto. 

Pomeriggio

Ho lessato e passato le patate; ho condito con sale, pepe, menta tritata, formaggi e olio. Ho mescolato per bene, poi ho coperto e conservato in frigo.

Il giorno successivo ho preparato l’ impasto per i culurgiònes, ho coperto e lasciato riposare coperto una mezz’oretta poi con la nonna papera (sfogliatrice per pasta fresca) ho staccato un primo pezzo dall’ impasto (il restante l’ho coperto per bene lasciandolo nella planetaria col suo coperchio affinché non si asciugasse) ed ho iniziato a stendere allo spessore 1 continuando fino al 4.

Ho steso poco impasto per volta per non farlo seccare, altrimenti chiudere i culurgiònes diventa impossibile.

Con un coppa pasta di 8 cm di diametro ho ritagliato dei dischetti, ho messo un po’ di ripieno ed ho chiuso a spiga.

Note:

 Ho proceduto così fino alla prima metà dell’impasto, la seconda l’ho stesa allo spessore 3 (a mia nonna papera arriva al 6).

Ultimi Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Ricette

Semolotti

Con cosa riprendere a pubblicare nella nuova cucina fresca fresca...

Leggi >>

Iscriviti alla
nostra newsletter
mensile

Odiamo lo spam quanto te...
quindi ti invieremo una sola email al mese con tutte le novità e le ultime ricette pubblicate.