Decorazioni pasquali.

Ciao a tutti! Oggi niente pappa nella cucina condominiale.
Lascio lo spazio a qualche idea per decorare un angolo di casa o la tavola pasquale anche se, pure quest’anno, la vivremo un po’ in sordina. Ma proprio per questo, è importante non perdere la voglia di preparare qualcosa di particolare, di bello, perché mai come in questo periodo abbiamo bisogno della bellezza, in ogni sua sfaccettatura.
E allora, anche un fiore in un angolo della casa può aiutarci ad alimentare la speranza che prima o poi, questo periodaccio passerà!
Su, su! Bando alle ciance e mettiamoci al lavoro (a dire la verità quella che sta chiacchierando sono io); vedrete come con pochissimi elementi, realizzeremo un bellissimo centrotavola.
Vi anticipo che serviranno gusci di uova, quindi mano a mano che le usate nelle vostre preparazioni (andate di frittate a tutto spiano) cambiate modo di sgusciarle e tenetele da parte, come vi spiegherò nei dettagli.

INGREDIENTI (per un centro tavola da circa 20 cm di Ø)
10 gusci d’uovo bianchi
Colla a caldo
Ring
Fiori e verde
Spugna per fiorai
Acqua
Fantasia a non finire

Preparare i gusci d’uovo e la corona nel seguente modo:
– picchiettare con un cucchiaio la sommità dell’uovo fino a quando si formeranno delle piccole crepe;
– togliere i primi pezzetti di guscio e procedere delicatamente fino a creare un forellino di qualche cm di diametro (dipenderà dai fiori che avete scelto e dall’effetto che volete dare);
– far uscire albume e tuorlo (se vi serve tenerli separati per qualche preparazione particolare, con questo metodo vi troverete benissimo);
– sciacquare l’interno dei gusci con dell’acqua e metteteli a scolare per qualche minuto a testa in giù;
– con l’aiuto di un ring, di una teglia per torta o qualunque altra cosa a forma di cerchio che vi servirà da guida, posizionare le uova unendole mano a mano fra di loro con un punto di colla a caldo;
– quando il cerchio sarà quasi completato, toglierlo dalla guida e, molto delicatamente unire l’ultimo guscio (se c’è ancora spazio) oppure avvicinare le due estremità del cerchio ancora aperto e sigillare con un ultimo punto di colla a caldo;
– tagliare la spugna verde e sagomarla in base al foro che avete fatto sul guscio: dovrete fare in modo che vi entri;
– scegliere ora dei fiori e del verde (che possono essere fiori di campo, ramoscelli, nebbiolina, e tutto quello che vi piace);
– creare dei piccoli mazzolini ed infilare i loro steli nella spugna, e a sua volta la spugna nel guscio;
– con un contagocce o un piccolo bricco, versare dell’acqua all’interno dei gusci in modo da imbibire bene la spugna: in questo modo i fiori ed il verde, rimarranno come appena raccolti per 4-5 giorni;
– quando i fiori inizieranno ad appassire, basterà sfilare il mazzolino con tutta la spugna e rimpiazzarlo con altri. Vedrete che bello! ♥_♥

Vi lascio qualche idea con questi scatti e spero di farvi venire voglia di provare, magari con l’aiuto dei vostri cari! 😉
Se riesco, in settimana passerò ad aggiornare il post con nuove proposte floreali da inserire nei gusci.
Buon divertimento!
Emmettì

Ah, dimenticavo. Oggi ho una dedica da fare.
Questo post è per la mia Amica Silvia, che quotidianamente mi regala una vagonata di risate! Lei sa quanto è speciale! ♥

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è 06DSCN0020-2_LI-768x1024.jpg


6 risposte

    1. Sonia, grazie di cuore! ❤️
      Una buona serata anche a te e grazie per esserti fermata a lasciare.le tue parole! ☺️

    1. Ahahaahaahahaah, noi facciamo a gara su chi stalkerizza chi!
      Silvietta bella mia, ti abbraccio anche io e spero di farlo presto peddavero! ♥

  1. Ma che bella idea!!!
    Cara Emmettì, hai proprio ragione: abbiamo bisogno di bellezza!
    Bellezza nelle cose, bellezza nei gesti perché la stanchezza delle “solite cose”, la noia, vanno vinte a botte di novità, di diversivi… ma che siano piacevoli, gradevoli, positive ché di novità brutte o spaventose ne abbiamo già collezionate un discreto tot ed io francamente mi sono già sfracassata i cabbasisi/gusci/uova.
    Giro questa tua idea alla mia sorellona che è l’ artista di casa perché se ci provo io, già so che quella colla a caldo andrebbe a finire ovunque e soprattutto sulla mia persona (“isole comprese” non chiedermi perché mi è venuto in mente sto stralcio di slogan pubblicitario), fuorché sui gusci.
    Ti abbraccio stretta

    P.S.: Ma sai che questo tuo post mi ha fatto ripensare a quella ricetta della T@m? Quella della torta cotta nei gusci?

    1. Mi ribalto dal ridere ogni volta che ti leggo, bellissima Riccia!
      Hai ragione, la bellezza nelle cose e nei gesti l’abbiamo proprio persa e questo non giova affatto né a noi, né alle persone che ci sono vicine e né tantomeno agli ambienti che viviamo.
      Bisogna ripartire e bisogna ripartire da qui. Sono fermamente convinta che sarebbe uno dei primi passi giusti da fare!
      Son felice che ti piaccia questa idea! 😀 Sappi che anche io ho sparso colla a caldo in ogni dove! Hihihihihihihihihihi!
      Ti abbraccio stretta stretta anche io e grazie, sempre! ♥
      p.s. sììììììììììììììììì, le uova tenerine!!!! ♥_♥

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Ricette

Semolotti

Con cosa riprendere a pubblicare nella nuova cucina fresca fresca...

Leggi >>

Iscriviti alla
nostra newsletter
mensile

Odiamo lo spam quanto te...
quindi ti invieremo una sola email al mese con tutte le novità e le ultime ricette pubblicate.