Pizza dolce di Pasqua – versione 2014 1.0

Manca poco meno di un mese alla Pasqua ed in cucina arrivano i primi impasti tipici del periodo.
Colombe, colombine, colombelle, pulcini, uova di cioccolato, pastiere e questa pizza dolce!
La pizza dolce di Pasqua è tipica  in molte regioni del centro Italia e soprattutto della provincia di Terni.
Che poi di pizza non ha proprio niente eh??? Ma è così che si fa chiamare. In pratica è la versione dolce dell’altra tipica Pizza al Formaggio, anch’essa propria del periodo pasquale (ma che in realtà si fa mangiare tutto l’anno tanto è buona!).
Per realizzarla occorrono pochi ingredienti, semplici e genuini: verrà fuori un soffice impasto così soffice che piacerà a grandi e piccini e che abbinato ad un buon cioccolato fondente vi farà innamorare!
Quella che vi presento quest’anno è una rivisitazione di quella già fatta lo scorso anno in una sorta di staffetta con lo Zio più famoso del web.
Avete dunque due scelte per farla: la versione con il lievito di birra e quella a lievitazione naturale (entrambe con un prefermento).
Fate vobis…, ma fate!!! :)))))))

INGREDIENTI PER IL PREFERMENTO:
200 g farina manitoba
240 g di latte 
70 g di lievito naturale (licoli o pasta madre)

INGREDIENTI PER L’IMPASTO:
L’impasto prefermentato
400 g di farina manitoba
4 uova
150 g di zucchero
100 g di olio di semi
65 g di limoncello (o altro liquore)
Zeste di limone e arancia
Semi di anice in abbondanza
3 g di sale

LAVORAZIONE

La sera preparare il prefermento, mescolando semplicemente gli ingredienti indicati; ci vorranno poco più di dieci minuti. Coprire con pellicola e lasciare riposare dalle 6 alle 8 ore circa.
Prima di andare a letto, pesare e preparare tutti gli ingredienti necessari per l’impasto del mattino.
Anche se questo tipo di impasto non richiede un particolare ordine di inserimento degli ingredienti, al mattino versare il pre-impasto in una ciotola, aggiungere due uova, tre cucchiai di zucchero e mescolare grossolanamente; unire 200 grammi di farina e lasciare assorbire.
Quando l’impasto è ben amalgamato, aggiungere le altre due uova e lo zucchero rimanente e continuare la lavorazione; poi unire gli altri 200 grammi di farina e, nuovamente far assorbire bene.
A questo punto è l’ora degli aromi e del sale.
Grattugiare finemente la buccia di un limone e di un’arancia, preparare una bella manciata di semi d’anice, il limoncello (o il rosolio di cannella), il pizzico di sale e versarli sopra l’impasto, avendo cura di  farli assorbire ben benino.
Lavorare l’impasto fino a farlo incordare per bene.
Mentre le prime esalazioni odorose raggiungono le vostre narici, resistere alla tentazione di assaggiare l’impasto ed iniziare ad aggiungere l’olio filo a filo cercando di non far mai perdere l’incordatura.
Una volta che l’olio è stato tutto assorbito, lasciare che l’impasto riposi una mezz’ora.
Trascorso questo tempo effettuare due pirlature a distanza di 30′ l’una dall’altra, avendo cura di ungere bene le mani per facilitare questa operazione.
Andate qui in questo post per vedere meglio come si fa. :)))))
Al termine della seconda pirlatura mettere l’impasto a lievitare nel pirottino o nella tipica teglia della pizza dolce ed attendere che arrivi fino a 2 cm dal bordo.
Accendere il forno a 160° e raggiunta la temperatura infornare per un tempo che va dai 55′ e i 65′ circa, a seconda del proprio forno.
Prima di sfornare controllare la cottura con uno stecchino da spiedo (che deve uscire asciutto e pulito) o con un termometro a sonda (che deve arrivare a circa 94°).
E finalmente ecco la fetta!!!

E che ne dite di questo abbinamento???

Vi auguro una settimana bella, vi auguro una settimana felice!!! ♥♥♥

Ultimi Commenti

2 risposte

  1. Pizza dolce di Pasqua, fatta e mangiata. Una vera prelibatezza. Una sofficità unica. Grazie per la ricetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Ricette

Semolotti

Con cosa riprendere a pubblicare nella nuova cucina fresca fresca...

Leggi >>

Iscriviti alla
nostra newsletter
mensile

Odiamo lo spam quanto te...
quindi ti invieremo una sola email al mese con tutte le novità e le ultime ricette pubblicate.