Rosticceria palermitana. Un impasto da mille e una cottura!


Già!

Perché chi non lo conosce, ignora quanto sia versatile! Si riduce la dose ad 80 g lo zucchero, se si vuol friggere una parte e infornare l’altra. Si può ridurre della metà sia lo strutto che lo zucchero, per una totale frittura. Può diventare una brioche da colazione, ripiena di crema di ricotta!
Insomma, con un unico impasto si dà sfogo alla fantasia!
Ricetta presa da qui.

INGREDIENTI  per la pasta (dose per circa 35 pezzi)


1 kg di farina Petra 1 (oppure 600 g manitoba e 400 g di farina 00, oppure una 0 o 00 W 320/330).
100 g di strutto
100 g di zucchero semolato
  18 g di sale
  10 g di lievito di birra
160 g di acqua*
500 g di latte
1 cucchiaio di olio di oliva

    Ingredienti  farcitura, vi riporto la mia, ma voi usate quella che più vi piace! 🙂


    würstel
    mozzarella 
    prosciutto cotto 
    pomodoro pelato scolato dell’acqua di vegetazione e salato.
    semi di sesamo
    origano

      PROCEDIMENTO 


      Preparare un lievitino mischiando 500 g di latte, 500 g di farina e il lievito di birra, coprire e lasciar riposare per circa 90 minuti. 
      Una volta pronto inserire tanta farina quanta ne basta a rendere l’impasto più consistente, continuare ad inserire acqua, zucchero e farina. Con l’ultima parte di zucchero inserire anche il sale. 
      Quando la massa risulterà incordata e liscia inserire lo strutto poco per volta e per ultimo il cucchiaio di olio. 
      Mettere in una ciotola a raddoppiare.**
      Dividere in pezzi da 40/50 g per i rollò (quelli con i wurstel); 80 g per i calzoni, 50 g per le pizzette. 
      Formare delle sfere e mettere di nuovo a lievitare (circa un’ora) coperte da pellicola per non far asciugare l’impasto.


      Rollò: fare delle strisce per i rollò e inserire i würstel (come da foto). 
      Pizzette: schiacciare le sfere al centro e mettere pomodoro e mozzarella. In alcune, tra pomodoro e mozzarella ho inserito del prosciutto cotto. 
      Calzoni: schiacciare ed allargare le sfere, riempire con mozzarella e cotto, bagnare i bordi con dell’albume e chiudere a mezza luna sigillando bene i bordi.
      Man mano che si preparano i pezzi, metterli su una teglia ricoperta di carta forno. Inumidire con un pennello i rollò e i calzoni, e cospargerli di semi di sesamo tostati. Spolverare di origano le pizzette.
      Infornare a 180/190° statico vaporizzando acqua sulle pareti del forno. Cuocere per 12/13 minuti.  
      Sfornare su una gratella e coprire, senza sigillare, con una salvietta. Metodo suggerito dalla mia socia Tamara, così le brioscine restano ancora più morbide. 


      *Se usate una farina meno forte di quelle indicate, partite con i soli 500 g di latte probabilmente dei 160 g di acqua non ce ne sarà bisogno.
      **Ho fatto il riposo in frigo ma ho dimenticato di ridurre il lievito. Non è successo niente perché il frigo era ad una temperatura molto bassa. E comunque se volete fare il riposo in frigo dimezzate il lievito e dopo aver formato la palla e messa in una ciotola, lasciarla mezz’oretta a temperatura ambiente poi trasferitela in frigo.
      Tirate fuori e lasciate raddoppiare l’impasto e procedere alla formatura delle sfere. 


      Che fate, ci provate? 😊



      Silvia


      EDIT del 10/03/2017 


      Qui le bellissime pizzette realizzate dalla nostra Emmettì., io le trovo bellissime! ♥





      Con questa ricetta partecipo alla raccolta di Gennaio 2015 di Panissimo, raccolta mensile ideata da Sandra e da Barbara e questo mese ospitata da Sandra di “Io sono Sandra“.


      Lascia un commento

      Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

      Ultime Ricette

      Semolotti

      Con cosa riprendere a pubblicare nella nuova cucina fresca fresca...

      Leggi >>

      Iscriviti alla
      nostra newsletter
      mensile

      Odiamo lo spam quanto te...
      quindi ti invieremo una sola email al mese con tutte le novità e le ultime ricette pubblicate.