Impronte ! Zampine in pasta brioche con crema di nocciole



È arrivato il mio turno!
Come potevo non partecipare con un lievitato (e magari più di uno!) mentre Panissimo è ospite nel Condominio? 
Appunto, non era possibile! Infatti eccomi con delle brioscine a forma di zampina. Soffice pasta brioche con un goloso ripieno di crema di nocciole, quella buona però!
Vado con la ricetta, presa da qui dove ho soltanto ridotto il lievito di birra.


INGREDIENTI per 6 zampine



160 g farina manitoba 
  40 g farina 00
  30 g di uovo
100 g acqua
  20 g zucchero
    7 g latte in polvere
    5 g lievito di birra fresco*
  20 g burro
     3 g sale


*oppure, se si preferisce il lievito naturale, considerare le seguenti dosi:
50 g pasta madre solida, 130 g farina manitoba85 g acqua, i restanti ingredienti rimangono invariati.
oppure
35 g li.co.li, 145 g manitoba, 85 g acqua, i restanti ingredienti rimangono invariati.

Crema di nocciole per il ripieno, q.b. 
oppure marmellata, crema pasticcera o altre creme a vostro gusto.


PROCEDIMENTO 


Nella ciotola della planetaria, con gancio a foglia, mettere i 100 g di acqua e il lievito e sciogliere. Aggiungere l’uovo leggermente battuto, lo zucchero e avviare la macchina. Inserire la farina e il latte in polvere, quando l’impasto inizia ad incordare, ma ancora non si è staccato dalle pareti mettere il sale e portare ad incordatura. Incorporare il burro, freddo ma morbido, a pezzetti poco per volta, facendo attenzione a non perdere l’incordatura. 
Mettere in una ciotola coperta con pellicola e mettere in frigo per almeno 6 ore e non più di 10. Ho
impastato la sera e ripreso la lavorazione la mattina successiva.

Riprendere l’impasto dal frigo*, lasciar raddoppiare, sgonfiare delicatamente e dividere in 6 pezzi di circa 60 g l’uno e lasciar riposare 15 minuti coperti da pellicola senza sigillare per non far seccare la pasta. 
Riprendere un pezzo alla volta e dividerlo in 2 parti, una di 20 g e l’altra di 40 g. Con la più piccola faremo quattro palline, arrotondando. Con la parte più grande arrotondare, schiacciare, allargare la pasta e mettere 1 cucchiaino abbondante di crema di nocciole. Chiudere i lembi e dare una forma all’incirca triangolare. 
Attaccare le 4 palline nella parte alta come da foto e mettere coperto con pellicola senza sigillare (attenzione che non si attacchi)  a lievitare, direttamente su teglia ricoperta di carta forno, fino a raddoppio.
*Se non si vuole fare riposo in frigo, saltare questo passaggio e far riposare la massa 30 minuti prima di fare le pezzature.


Spennellare con un uovo battuto e 1 cucchiaio di acqua o latte e infornare a 180° modalità statica per 15/20 minuti. Il tempo è indicativo ché come sappiamo ogni forno è a sé.
Far raffreddare.

Timbro zampina

Ovviamente non è
necessario ma se vi piace, vi dico come mi sono arrangiata io: ho arroventato
sul fuoco, tenendola con una pinza, la testa di una vite e
marchiato sulla brioche per fare il corpo più grande e la testa  di
un chiodo più piccolo per i 4 polpastrelli. 



E se ancora avete voglia di friggere, vi ricordo questi ravioli dolci dal ripieno veramente particolare, aromatizzato con polvere di caffé! Sì sì, quello della moka!


Un cuore di caldo cioccolato avvolto da morbida pasta brioche!




Silvia

E come annunciato all’inizio del post, queste zampine vanno immediatamente ad infilarsi nella raccolta di  Panissimo#38, ideata da Sandra di Sono io, Sandra,  e da Barbara di Bread & Companatico,
questo mese ospitata qui nel Condominio!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ultime Ricette

Semolotti

Con cosa riprendere a pubblicare nella nuova cucina fresca fresca...

Leggi >>

Iscriviti alla
nostra newsletter
mensile

Odiamo lo spam quanto te...
quindi ti invieremo una sola email al mese con tutte le novità e le ultime ricette pubblicate.